Banca Popolare dell'Emilia Romagna

Menu

Mostra Cinquecentanni di Fede, arte e storia: i documenti e le arti In evidenza

Mostra Cinquecentanni di Fede, arte e storia: i documenti e le arti In evidenza

Lanciano, antica sede di fiere, si è distinta da sempre come luogo di transiti e di incontro tra gente diversa ed è oggi meta di sentita devozione da parte di pellegrini provenienti da tutto il mondo, attratti dalla presenza del Miracolo Eucaristico e dalla bellezza del suo patrimonio monumentale.
Nella Città di Lanciano, segnata dalla presenza del più antico Miracolo Eucaristico della Cristianità, eccezionalmente completo nella Carne e nel Sangue, e caratterizzata da una spiritualità profonda che ancora oggi trova espressioni straordinarie nelle celebrazioni delle festività della Santa Patrona, dei riti della Settimana Santa, nella ricorrenza della Squilla, Fede ed Arte risultano così intimamente congiunte da costituire un inscindibile binomio.
Il Quinto Centenario della creazione della sede episcopale lancianese, avvenuta nel 1515, rappresenta l'occasione per ripercorrere, attraverso i documenti e le opere d'arte, le vicende della sua storia approfondire la conoscenza del suo straordinario patrimoni culturale.
Vescovi e Arcivescovi sono stati fondatori di scuole e biblioteche, committenti di opere artistiche di squisita fattura e di notevole importanza storica oppure tra promotori di iniziative destinate a perdurate nel tempo e ad entrare nella tradizione locale.
Attraverso cinque secoli la sede episcopale lancianese, oltre ad essere, com'era naturale che fosse, punto di riferimento della vita spirituale ha profuso il suo impegno anche nel campo delle arti a della cultura in genere.

 
La Mostra "Cinquecentanni di Fede Arte e Storia: I Documenti e le Arti." intende documentare, attraverso un percorso espositivo che si sviluppa su oltre venti pannelli, le tappe fondamentali di questo lungo percorso attraverso i secoli mediante l'ausilio dei documenti conservati nell'Archivio Diocesano e le opere artistiche che costituiscono il ricco patrimonio diocesano.

La Mostra, ideata da Anselmo Martino, Archivista e Bibliotecario Diocesano di Lanciano, è stata da egli curata per la parte documentaria mentre Domenico Maria del Bello, Ispettore Archivistico Onorario per l'Abruzzo, ha curato la sezione artistica. Le immagini sono state realizzate dal fotografo Roberto Colacioppo. Stampa & Grafica s. n. c. di Lanciano ha elaborato e realizzato la parte grafica e l'allestimento.

La Mostra, sarà presentata il 17 aprile 2015 alle ore 17:30 presso il Salone d'Onore della ex Casa di Conversazione di Lanciano. Ad introdurre la manifestazione sarà Mons. Emidio Cipollone Arcivescovo di Lanciano – Ortona, con l'intervento di Claudio Palumbo, Gianni Orecchioni, Vincenzo Libertini, Domenico Maria del Bello, Maria Teresa Spinozzi, Anselmo Martino moderati da Mons. Antonio Di Lorenzo.

La Mostra rimarrà aperta fino al 27 giugno presso la Cripta dell'Annunziata all'interno del complesso monumentale dell'Auditorium Diocleziano.
In occasione dell'apertura saranno esposti anche molti documenti originali dal XIV al XIX secolo.

L'evento, promosso dall'Arcidiocesi di Lanciano - Ortona, è patrocinato dal Comune di Lanciano, dalla Soprintendenza Archivistica per l'Abruzzo – Pescara e dall'Associazione Archivistica Nazionale Italiana – Abruzzo ed è stato realizzato col contributo della Banca Credito Cooperativo Sangro Teatino.